Realizzato per il 60% in 3D e per il 40% in live action, con 197 cineprese e l’uso della tecnica motion capture (che registra i movementi reali degli attori per poi trasporli in animazione digitale) Avatar di James Cameron promette un’esperienza cinematografica innovativa e si piazza in cima alla classifica delle pellicole più attese dell’anno. Pensato nel 1995 dal regista di Titanic e accantonato per le difficoltà tecniche incontrate, il film ha alle spalle molti anni di gestazione e 4 di lavorazione vera e propria e conta su un budget di oltre 300 milioni di dollari. Protagonista è l’ex marine Jake Sully (Sam Worthington) che giunto sul pianeta Pandora diventerà il protagonista di uno scontro epico tra due mondi e leader della lotta per difendere un’intera civiltà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA