Come lei nessuna mai. Ci sono Audrey, Brigitte, la Lollo e poche altre dive destinate a rimanere vere e proprie icone, ma Marilyn Monroe è un’altra storia…

Norma Jeane Baker, questo il suo nome all’anagrafe, nasceva a Los Angeles esattamente 85 anni fa, il 1º giugno 1926 e ancora oggi, a quasi 50 anni dalla sua morte (5 agosto 1962), resta un mito indiscusso dell’immaginario pop-cinematografico amato da tutte le generazioni.

Attrice, cantante, modella e produttrice cinematografica, Marilyn incarnava il “sogno proibito d’America” conquistando, con quel cocktail irresistibile di fragilità e sensualità, donne e uomini di tutto il mondo.

Oltre alle scene e alle immagini immortali con cui tutti la ricordano (su tutte quella del vestito svolazzante di Quando la moglie è in vacanza)  a passare alla storia sono anche le canzoni da lei interpretate con quella voce certo non eccezionale, ma decisamente inconfondibile e suadente. Da Bye Bye Baby, cantata nel film Gli uomini preferiscono le bionde, e I Wanna Be Loved By You, cantata nel film A qualcuno piace caldo, così come anche quell’Happy Birthday Mr. President intonato il 19 maggio 1962 al Madison Sqauare Garden di New York per il compleanno del presidente degli Stati Uniti d’America John Fitzgerald Kennedy.

In questo anniversario ripercorriamo alcuni momenti indimenticabili della sua vita e della sua carriera. Dalla sua infanzia, ai suoi matrimoni con Joe DiMaggio e Arthur Miller passando per i set dei suoi film più celebri e i momenti di gloria ai Golden Globe e sulla Hollywood Walk of Fame. Proprio qualche giorno fa inoltre la CNN ha pubblicato foto inedite acquistate nel 1980 a un mercatino da un collezionista e di cui non si conoscono ancora gli autori e le esatte location. Un mito sempre avvolto dal misero… (Foto Getty Images e Kikapress)

Marilyn canta per il compleanno di JKF Kennedy

La famosa scena della gonna svolazzante sulla Subway di New York

© RIPRODUZIONE RISERVATA