Prendendo spunto dai dati Anica 2007 relativi alla diffusione del cinema italiano in tv – dai quali risulta che le reti Mediaset hanno trasmesso lo scorso anno 718 film nazionali contro i 322 dei canali Rai – la presidente di Rai Cinema Caterina D’Amico ha dichiarato a Repubblica: «Anche se i film realizzati da noi alla tv pubblica non costano, non vengono sfruttati come si dovrebbe. I responsabili dei palinsesti – ritiene la D’Amico – sostengono che i film sulle reti generaliste non hanno più appeal perché già sfruttati in home video, Internet e pay tv. Sono invece convinta che i pubblici siano diversi e che esista una voglia di cinema italiano anche da parte dei teleutenti. La verità è che il cinema in tv funziona poco anche perché mancano appuntamenti regolari, un adeguato sostegno promozionale, una programmazione di qualità. Soprattutto la tv pubblica avrebbe il dovere di promuovere maggiormente il nostro cinema: ne trarrebbe anche un utile ritorno in termini di audience».

© RIPRODUZIONE RISERVATA