Partendo da dove l’avevamo lasciato in Casino Royale (2006), James Bond, che ancora una volta avrà gli occhi di ghiaccio di Daniel Craig, stavolta dovrà resistere alla tentazione di trasformare la sua missione in vendetta e mettersi sulle tracce della misteriosa organizzazione responsabile del tradimento della sua amata Vesper Lynd (Eva Green). Il lavoro di intelligence collegherà un agente MI6, che ha tradito l’agenzia, a un conto bancario ad Haiti dove, per uno scambio di persona, Bond conoscerà la bella e aggressiva Camille (Olga Kurilenko), una donna con una vendetta personale da portare a termine. Sarà lei ad accompagnare Bond da Dominic Greene (Mathieu Amalric), un uomo d’affari senza scrupoli che è tra i membri principali della misteriosa organizzazione. In una missione che lo porterà in Austria, Italia (dove aveva fatto tappa anche in Casino Royale) e in Sudamerica, Bond scoprirà che Greene è impegnato in una cospirazione per prendere il controllo di una delle risorse naturali più importanti del mondo, arrivando a stringere un patto con il generale in esilio Medrano (Joaquin Cosio) intenzionato a rovesciare il regime al potere in un paese latinoamericano e subentrarne alla guida. In un vero e proprio campo minato fatto di tradimenti, omicidi e inganni, Bond si alleerà con vecchi amici per sventare l’inquietante piano di Greene e fermare la sua organizzazione, rimanendo sempre un passo avanti alla CIA, ai terroristi e persino a M… L’appuntamento in sala è per il 7 novembre. Per vedere il servizio sul film con le immagini dei set cliccate qui.

Al.Za.

© RIPRODUZIONE RISERVATA