I “bondiani” possono dormire sonni tranquilli. La prima buona notizia è che Paul Haggis (presto nelle sale italiane come regista di Nella valle di Elah) ha dato gli ultimi ritocchi allo script del prossimo episodio della saga sull’agente segreto al servizio di Sua Maestà, intitolato ancora provvisoriamente Bond 22. La seconda è che il protagonista Daniel Craig ha firmato con la MGM un contratto che lo impegna a interpretare anche i prossimi quattro film di James Bond: il che significherebbe 5 pellicole in tutto, numero che piazzerebbe Craig al terzo posto dei Bond più prolifici (Roger Moore è primo con 7 film, Sean Connery “solo” secondo con 6). L’ultima novità riguarda musica e location. La canzone del film dovrebbe essere composta dal leader degli Him Villie Valo, mentre l’Italia è stata scelta – come nel precedente Casino Royale – per moltissimi set: da Siena, dove sono già state realizzate alcune riprese in occasione del famoso Palio, al lago di Garda (l’Hotel Gardone e la Locanda Punta San Vigilio) e le Alpi (il passo dello Stelvio), fino ai “Sassi” della splendida Matera in Basilicata, già location di produzioni hollywoodiane come La Passione di Cristo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA