Dopo l’eccellente risultato raggiunto con il precedente Skyfall, Sam Mendes, ora, ha il difficile compio di riuscire ad emulare quel successo con il prossimo 007  SPECTRE, 24° film sull’agente segreto nato dalla mente di Ian Fleming che a quanto pare sarà anche l’ultimo diretto dall’apprezzato regista di American Beauty.

Intervisto da BBC Radio Test Match, Mendes ha infatti affermato che dopo SPECTRE non tornerà dietro la macchina da presa per futuri film del franchise: «Entrambi i film sono stati un’enorme impresa, e non credo davvero di poter nuovamente ripercorrere questa strada. Bisogna mettere tutto il resto in attesa, dato che fare un film su Bond è più una scelta di vita che un lavoro». Il regista era già indeciso su un suo ritorno dopo Skyfall, volendo concentrarsi sulla produzione teatrale di Charlie e la Fabbrico di Cioccolato, ma la Sony gli ha concesso tutto il tempo necessario, permettendogli così di tornare poi a lavorare sull’atteso SPECTRE.

«Questo è un film più grande di Skyfall. È girato in molti più luoghi, come Città del Messico, Tangeri, Nord Sahara, Roma, Alpi e Londra», continua Mendes, confermando che anche la Theme song del film è completata, senza però rivelare il nome dell’artista a cui è stato dato questo difficile compito, anche se ammette che “non dovremo aspettare a lungo“.

007 SPECTRE uscirà nel Regno Unito il 26 ottobre, mentre sarà possibile vederlo nelle sale italiane il 29 dello stesso mese.

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA