In vista del pronunciamento dell’AGCOM sulla pirateria on-line il prossimo 6 luglio, i 100autori si schierano a difesa del copyright e contro ogni forma di sfruttamento illegale dell’opera intellettuale. Nella nota dell’associazione, si legge che i 100autori «sottolineano con preoccupazione l’esistenza di manovre che puntano a confondere la libertà d’accesso alla Rete con l’esigenza di tutelare il diritto d’autore, pilastro fondamentale della libertà d’espressione, a tutto vantaggio di quei soggetti (telecom e provider) che, veri complici dei pirati della rete, lucrano su cinema, televisione e documentario nascondendo i loro profitti miliardari dietro la bandiera della difesa della libera circolazione delle opere». L’Associazione ribadisce, infine, l’impegno a difesa del diritto d’autore «perchè esso venga tutelato e remunerato proporzionalmente come in ogni altro Paese del mondo» e auspica «forme di offerta legale sul modello di i-Tunes, con tariffe eque, capaci di garantire la fruizione delle opere nel rispetto di una più agevole e protetta circolazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA