Non un remake né tantomeno un reboot, ma un prequel: il nuovo progetto dedicato all’amatissimo cult 1997: Fuga da New York di John Carpenter sembra aver trovato finalmente un formato adatto al suo sviluppo, che racconterà così la storia dietro la storia del grande Jena “Snake” Plissken (Kurt Russell).

[ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER!]

A riportare l’indiscrezione è stato il The Wrap, che descrive la New York di questo nuovo film come “una ricca e ridente città dove sorgono edifici futuristici“. Non più un carcere di massima sicurezza dal quale evadere, insomma, un’inferno in terra, ma piuttosto un piccolo paradiso idilliaco al quale aspirare, dove a vigilare sull’incolumità dei cittadini si trovano appositi “droni poliziotto“. Un luogo ancora non infettato dal “caos che regna ormai nel mondo“, dove i sopravvissuti cercano di arrivare per fuggire dalla distruzione e dalla miseria. Un’ultima spiaggia sicura guidata dall’Intelligenza Artificiale e “da una donna chiamata April“.

Plissken sembra comparirà nelle storia quando verrà reclutato da un agente della CIA e pare che nel film compaia anche un “nuovo e carismatico personaggio” di nome Thomas Newton, un vizioso erede di una grande corporazione di biotecnologie “che nasconde in un laboratorio segreto un pericoloso congegno chiamato Fat Boy“, un oggetto sferico grande “quanto una macchina“. L’idea, insomma, ascoltando anche quanto riportato da Bloody Disgusting, sarebbe quella di ricreare le atmosfere del primo, iconico film per poi gettarsi più avanti in un vero e proprio remake di Fuga da New York e concludere questa trilogia con un ultimo capitolo nel quale “aspirare alla salvezza della città“. John Carpenter è attualmente coinvolto nel progetto come produttore esecutivo.

Al momento non ci sono conferme né smentite dei dettagli sopra riportati, per cui vi invitiamo a prendere la notizia cum grano salis.

Fonte: The Wrap + Bloody Disgusting

© RIPRODUZIONE RISERVATA