365 giorni 2

Tanto amato e, al contempo, tanto odiato dal pubblico di tutto il mondo, il film erotico 365 giorni tornerà presto su Netflix per dare un seguito alla vicenda dei due protagonisti Laura e Massimo. Dopo l’enorme successo ottenuto dal primo capitolo, che si è aggiudicato il titolo di lungometraggio più visto sulla piattaforma nel 2020 – andando a scalzare persino l’Enola Holmes con Millie Bobby Brown -, il colosso dello streaming ha infatti annunciato di avere in cantiere ben due film basati sulla trilogia di libri dell’autrice polacca Blanka Lipińska. 365 giorni 2, dunque, si farà.

Come rivelato dalla scrittrice, i romanzi sono ispirati a Cinquanta sfumature di grigio e seguono la storia di una donna che viene rapita da un potente boss mafioso siciliano, il quale la imprigiona e le concede un anno di tempo per innamorarsi di lui.

Ad interpretare i due protagonisti nel film sono l’attrice polacca Anna-Maria Sieklucka e l’interprete italiano Michele Morrone, entrambi in attesa di riprendere i loro ruoli per il secondo capitolo. Al loro fianco rivedremo anche Magdalena Lamparska nei panni di Olga, mentre tra le new entry già annunciate figura l’attore e modello Simone Susinna, che interpreterà un nuovo personaggio chiamato Nacho. I sequel saranno nuovamente firmati da Barbara Białowąs e Tomasz Mandes, già autori del primo film.

Quanto alla trama di 365 giorni 2, Deadline rivela una prima, breve sinossi che anticipa alcuni dettagli delle nuove vicende:

Laura e Massimo si riuniscono. Ma a complicare il loro nuovo inizio saranno i legami familiari di Massimo e la comparsa di un misterioso uomo nella vita di Laura, intenzionato a conquistare il suo cuore e la sua fiducia ad ogni costo.

Attenendoci alla trama del secondo libro della trilogia di romanzi, This Day, nel sequel dovrebbe fare il suo ingresso un nuovo personaggio: Adriano, fratello gemello di Massimo trasferitosi nel Regno Unito per rifarsi una vita lontano dalla famiglia. Inoltre, come anticipato dal casting di Simone Susinna, anche il film dovrebbe mostrare il rapimento di Laura dalla cosca rivale dei Torricelli, guidata appunto dal suo personaggio, Marcelo “Nacho” Matos.

Ricordiamo che al momento dell’uscita, il lungometraggio è stato protagonista di diverse polemiche, petizioni e boicottaggi da parte degli utenti Netflix, che lo accusavano di romanticizzare la violenza sessuale e la sindrome di Stoccolma.

Anche la cantante e attivista britannica Duffy, che ha vissuto sulla sua pelle sia l’esperienza del rapimento che dello stupro, si era pronunciata contro 365 giorni in una lettera diretta a Reed Hastings – l’amministratore delegato di Netflix -, attaccando la rappresentazione offerta dal film.

Sulla scia del successo globale ottenuto dal lungometraggio, la petizione lanciata dagli utenti per suggerirne la rimozione dalla piattaforma ha raggiunto ben 95.000 firme, senza però riuscire a convincere il colosso dello streaming a rinunciare al suo titolo più redditizio del 2020.

D’altro canto, c’è un’enorme fetta di pubblico che ha invece apprezzato l’idea alla base dell’opera polacca: 365 giorni ha infatti raggiunto il primo posto tra i titoli più visti su Netflix in tantissimi paesi, inclusi Italia, Germania, Arabia Saudita, Stati Uniti, Turchia, Svezia, Grecia, Gran Bretagna, Canada e Israele. Ha senso supporre dunque che 365 giorni 2 possa ottenere un successo pari, o addirittura superiore a quello del suo predecessore.

Oltre ai sopracitati, nel cast troviamo anche Bronisław Wrocławski come Mario; Otar Saralidze nei panni di Domenico; Natasza Urbańska nelle vesti di Anna; Grażyna Szapołowska nel ruolo di Klara Biel; Tomasz Stockinger nella parte di Tomasz Biel; Gianni Parisi che interpreta il padre di Massimo e Mateusz Łasowski, nel ruolo di Martin.

Foto: MovieStills

© RIPRODUZIONE RISERVATA