Quando la produzione sfora di qualche milione di euro, a volte si chiude un occhio, soprattutto se la major crede fermamente nel successo del film. Ma quando la crepa si allarga e quello che inizialmente era un buco finisce per trasformarsi in una voragine, allora è tutta un’altra questione. È quanto è accaduto per 47 Ronin, samurai-movie in 3D con Keanu Reeves, che ha visto lievitare i costi da un budget previsto di 175 milioni di dollari a 225 milioni di dollari. Una cifra fin troppo esosa anche per Universal, che ha deciso di compiere dei tagli, licenziando il regista Carl Rinsch. A quanto pare, tra le ragioni a che hanno spinto Universal a compiere una scelta così radicale ci sarebbe stato un coinvolgimento del direttore di produzione ridotto ai minimi termini, il quale sarebbe stato scontento di alcune riprese finali del film. Per contenere i costi sembra proprio che si risparmierà anche sugli effetti visivi. A questo punto, viste le difficoltà incontrate lungo il cammino, resta un’incognita come Universal riuscirà a confezionare una pellicola all’altezza delle aspettative. Intanto restiamo in attesa che venga diffuso in Rete un primo trailer di 47 Ronin per poterci fare un’idea approssimativa del risultato finale.

47 Ronin esordirà nelle sale stutunitensi il 25 dicembre 2013.

Sotto, una foto dal set di 47 Ronin:

© RIPRODUZIONE RISERVATA