La vestizione prevede, nell’ordine: catena d’oro, camicia con collettone, pantaloni a zampa. Fortuna che gli anni passano e lo stile non resta! Resta la cara vecchia mossa di pelvis, però…

… e il merito è sempre suo: perché John Travolta non ha nulla da invidiare a Elvis. Le sue coreografie sulle hit dei Bee Gees hanno segnato un’intera generazione e raccontato un’epoca (gli anni Settanta) con le sue luci e le sue ombre. Un moviemento di bacino che era quasi riuscito a incantare l’Academy, se sono non ci fosse stato un Richard Dreyfuss (protagonista di Goodbye amore mio!) a strappargli l’Oscar.

Guarda la quarta posizione

Guarda la sesta posizione

© RIPRODUZIONE RISERVATA