Ci sono alcune regole d’oro del cinema che non bisogna dimenticare mai. La prima e più importante è molto semplice: non scherzare con Bruce Willis. Soprattutto se è in veste di John McClane, il detective della saga di Die Hard. Brutale, implacabile, praticamente immortale: ecco perché ci siamo tutti stupiti nel vederlo agonizzante sul pavimento di un magazzino, con un buco di proiettile nella spalla, una pistola (quella del cattivo Gabriel alias Timothy Olyphant) infilata in suddetto buco, la figlia e il di lei fidanzato pronti a venire giustiziati dallo scagnozzo di Gabriel. Ci siamo stupiti, ma fino a un certo punto: perché ovviamente John trova il modo di sparare al cuore di Gabriel e farlo secco. Come? Semplice: premendo il grilletto della pistola ficcata nella sua stessa spalla…

???

Guarda la sesta posizione

Guarda l’ottava posizione

© RIPRODUZIONE RISERVATA