Natale vuol dire amore, sentimenti dolciastri, buonismo e sorrisi zuccherosi. E cosa c’è di più sdolcinato della storia di un vecchietto maltrattato perché crede di essere Babbo Natale? Perché è proprio questo che accade agli avventori del centro commerciale della 34a strada, dove il signor Kris Kringle, anziano e distinto signore scandalizzato dalla condotta irriguardosa del finto Babbo Natale Tony, porta il suo tenero sorriso nei cuori di grandi e piccini.

Una cosa disgustosa, insomma, la vittoria del buonismo e del politicamente corretto. Ma siccome parliamo di un film degli anni ’40 (che quindi, oltretutto, ronza sui nostri palinsesti natalizi da almeno sessant’anni), la stomachevole tenerezza non si ferma qui: Kringle, infatti, non è solo un millantatore, ma il vero Santa Claus, renne e tutto quanto. Altro che 34a strada: il vero miracolo è non prendere il diabete.

Guarda la settima posizione

Guarda la nona posizione

© RIPRODUZIONE RISERVATA