O meglio, Dave Lizewski lo è. Perché quando indossa la tuta da Kick-Ass, Aaron Taylor-Johnson è, e meritatamente, il protagonista assoluto del film, che ha imparato come gestire la sua forza e che, finalmente, prova davvero piacere a fare il supereroe. Quando è “in borghese”, però, Dave torna a essere quello del primo film, codardo, indeciso e socialmente inetto; e se al tempo del primo capitolo era giustificabile, qui la sua lagna diventa a tratti insopportabile. Per fortuna a fargli da contraltare c’è la…

… ottava posizione!

© RIPRODUZIONE RISERVATA