La Marvel è un universo sempre in movimento. Nonostante sia già lo Studio leader nella produzione di un genere di successo come quello dei cinecomic, per cui investe e guadagna una tonnellata di soldi, la Casa delle idee cerca sempre nuove possibilità per ampliare i propri orizzonti. Qualche tempo fa vi avevamo parlato dei suoi nuovi progetti legati al contesto televisivo, inaugurato dal lancio di Agents of S.H.I.E.L.D. Marvel aveva infatti messo all’asta un bel pacchettino di 60 nuovi episodi, in attesa di un compratore. Che ora si è materializzato in Netflix, che dall’anno scorso detiene in esclusiva i diritti per trasmettere in prima serata i film targati Marvel/Disney: il network on-demand ha siglato un accordo con Disney per quattro nuovissime miniserie da 4 a 13 episodi ciascuna, in partenza nel 2015. E i supereroi coinvolti sono di quelli tosti: Daredevil, Jessica Jones, Iron Fist e Luke Cage, ossia i quattro di Hell’s Kitchen. Inutile dire che il progetto è a dir poco intrigante, sia dal punto di vista delle possibilità creative (si tratta di personaggi le cui storie sono sempre state profondamente urbane, con venature noir insolite per la Marvel), sia di fruizione: «Questo accordo è senza precedenti e sottolinea come il nostro obiettivo sia quello di sviluppare il brand Marvel, i suoi personaggi e contenuti, attraverso tutte le piattaforme – spiega in un comunicato ufficiale Alan Fine, il presidente di Marvel Entertainment -. Netflix offre una piattaforma incredibile, perfetta per il nostro stile narrativo. Questa nuova serializzazione espanderà ulteriormente le possibilità narrative della tv on-demand e i fan potranno guardare gli episodi dove e quando vogliono, con estrema flessibilità».

Anche il futuro televisivo, dunque, per Kevin Feige & Co. sembra più radioso che mai, e potrebbe culminare con un crossover simil The Avengers, ma da piccolo schermo: quello sui Difensori, alias Doctor Strange, Hulk e Namor (il Sub-Mariner).

Fonte: Empire

© RIPRODUZIONE RISERVATA