Avrebbe compiuto 85 anni il prossimo 6 agosto ma ieri notte, nella sua casa nel cuore della Capitale, se ne è andata l’attrice Marisa Merlini. Di forte temperamento e ironica fino all’ultimo, dopo un precocissimo esordio nel teatro della rivista con Wanda Osiris debuttò nel cinema del dopoguerra dove si impose come una delle migliori caratteriste del cinema di quel periodo. Conquistò la grande notorietà nel 1953 interpretando la parte della levatrice nella pellicola di Luigi Comencini Pane, amore e fantasia, ma fu anche l’icona delle commedie popolari di Totò, Mario Monicelli e Dino Risi. Nel 1960 scelse di recitare al fianco di Alberto Sordi ne Il vigile rifiutando il ruolo della protagonista ne La ciociara di Vittorio De Sica, che successivamente fu affidato a Sofia Loren, premiata con l’Oscar. Nell’arco della sua carriera ha rivestito numerosissimi ruoli, in prevalenza comici, anche in teatro e sul piccolo schermo; tra i suoi ultimi lavori, la sit-com di Mediaset Don Luca e il film di Pupi Avati La seconda notte di nozze del 2006.

Iv.Ro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA