Roberto Del Giudice Lo scorso 25 novembre, dopo una lunga malattia, si è spento, doppiatore milanese classe 1939. Come spesso accade per questa categoria di artisti, forse il suo nome non vi dirà nulla, ma di certo non potreste mai confondere la sua voce, legata ad alcuni indimenticabili personaggi come Lupin III (cui ha dato la voce per 30 anni), a Miss Piggy dei Muppetts e a Frodo Baggins dei tre episodi de Il Signore degli anelli. La sua carriera ebbe inizio con l’accademia di arte drammatica nei primi anni ’60, seguita da un periodo di attività teatrale per poi veder sbocciare il grande amore per il doppiaggio verso il 1969. Oltre a prestare la voce a numerosi personaggi dei telefilm (Star Trek Vojager, Alias, La Signora In Giallo, Friends, X-Files) e ai personaggi già citati, è ricordato per i suoi doppiaggi della Morte ne I Griffin; il Conte Dracula in Carletto, il Principe dei Mostri; Zazu, l’ aiutante di re Mufasa nei film Disney Il Re Leone; Fiocco di Neve nei due episodi di Stuart Little; il fantastico Benny il Taxi in Chi ha incastrato Roger Rabbit?; Roy Kinnear in Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato; Barry Dennen in Superman III; Helmut Berger in Il Padrino – Parte III. Negli ultimi anni della sua carriera ha curato la direzione del doppiaggio di numerose serie tv (Supernatural e Close to Home – Giustizia ad ogni costo sono i suoi ultimi lavori), ma nel suo curriculum figurano film come Nikita, Il padre della sposa, Nemico pubblico, Fuori in 60 secondi e telefilm come La signora in giallo, Genitori in blue jeans, Walker Texas Ranger, Beverly Hills 90210, Xena Principessa guerriera e la prima stagione di Dr. House – Medical Division.

© RIPRODUZIONE RISERVATA