È morto ieri notte in ospedale a Milano Morando Morandini, il critico cinematografico, celebre autore del Dizionario dei film e delle serie tv, pubblicato da Zanichelli e giunto quest’anno alla sua diciassettesima edizione.

Morandini era nato nel capoluogo lombardo il 21 luglio 1924. Durante la sua lunghissima carriera ha firmato monografie su alcuni dei più famosi registi (tra gli altri S. M. Ėjzenštejn e Bernardo Bertolucci) e nel 1988 scrisse, insieme a Goffredo Fofi e Gianni Volpi, un manuale dedicato alla Storia del cinema.

Già nel 1995 aveva pubblicato la sua autobiografia, Non sono che un critico, dove raccontava la sua vita e il modo di scrivere e vivere il cinema. Successivamente, nel 1998, riceve il Premio Ennio Flaiano e solo l’anno scorso l’Ambrogino d’oro, onorificenza conferita dal Comune di Milano.

Non dimentichiamoci che fu proprio Morandini a inventare le stellette di giudizio critico e i pallini per la valutazione del pubblico per il quotidiano La Notte sulla pagina «Dove si va stasera» (dal 1952 al 1961), criterio poi seguito da altri giornali e ancora oggi dallo stesso Dizionario Morandini, che il critico curava insieme alla moglie Laura (fino alla sua scomparsa) e poi con la figlia Luisa, anche lei critica cinematografica.

Fonte: Corriere della Sera

© RIPRODUZIONE RISERVATA