Juno

Da adolescente uno dovrebbe pensare solo a divertirsi con gli amici, a giocare ai videogame e ad avere le prime cotte amorose; eppure, spesso e volentieri il cinema ha voluto invece esplorare diversi lati di quest’età dorata, mettendo i nostri giovani davanti a dei problemi che vanno decisamente al di là della semplice verifica a scuola.

Negli ultimi giorni, ad esempio, è sbarcato su Infinity uno dei più acclamati lavori di Jason Reitman, Juno, in cui la protagonista interpretata da Ellen Page scopre di essere incinta. Il mood è quello indie-sincantato, ma il merito del regista sta nell’aver colto la confusione, la fragilità, ma anche l’idealismo un po’ naif della giovinezza, portandoci un coming of age tanto hipster quanto contagioso.

Ancora più grave, invece, il problema dei due ragazzi di Colpa delle stelle, adattamento dell’omonimo best-seller di John Green. Qui, infatti, i nostri sono addirittura dei malati terminali in attesa del loro ultimo battito cardiaco. Inutile anche dirlo: il pretesto è quello perfetto per un melodrammone romantico, e i più emotivi non mancheranno di piangere litri di lacrime!

Andando su versanti più sociali, sulla nota piattaforma di streaming trovate anche Class Enemy, film che affronta fortemente il tema dell’educazione scolastica: al centro della storia sono degli studenti liceali che davanti al suicidio di una loro compagna, decidono di dare la colpa al nuovo professore e ai suoi metodi estremi. Gelida ma carica di suggestioni, l’opera ha ottenuto numerosi premi in giro per il mondo, tra cui un riconoscimento speciale al Festival di Venezia 2013.

Infine, svoltando ulteriormente umore, impossibile non citare l’ultimo capolavoro del maestro Bernardo Bertolucci, Io & Te: l’adolescente in questione è Lorenzo, ragazzo outsider che alla gita in montagna, preferisce invece la reclusione in cantina lontano da tutto e tutti, unico posto in cui nascondersi e sedare il proprio senso d’inadeguatezza. A cambiare le cose, però, sarà l’arrivo di un’inaspettata intrusa, niente di meno che la sua sorellastra…

© RIPRODUZIONE RISERVATA