Ma che fine ha fatto il tenero E.T.?! Gli alieni cinematografici, negli ultimi anni, sono diventati dei sadici e crudeli usurèatori, pronti alle nefandezze più abominevoli nei confronti del genere umano. Dopo Signs e La guerra dei mondi, il 6 novembre arriva nelle sale americane (in Italia non ha ancora un distributore) The Fourth Kind, il thriller/horror fantascientifico con protagonista Milla Jovovich, che promette di dare nuova linfa a questo trend. Sulla scia (riportata in auge dal fenomeno Paranormal Activity, in Italia il 5 febbraio 2010), The Fourth Kind si annuncia agli spettatori come un film basato su una storia vera… In un video, sul sito ufficiale della pellicola, Milla Jovovich spiega che il film è una drammatizzazione dei misteriosi eventi che nel 2000 si sono verificati in una cittadina dell’Alaska, associati alle sparizioni di decine di abitanti avvenute negli ultimi quarant’anni. Nella pellicola l’attrice della saga Resident Evil interpreta la dottoressa Abigail Tyler, che videoregistrando le sedute con pazienti traumatizzati scoprirà un’inquietante verità su quegli eventi, per i quali neppure l’FBI ha mai trovato soluzione: le sparizioni, in realtà, non sono altro che rapimenti alieni… dei quali saranno vittime anche la stessa Abigail e la sua bambina… Come potete vedere nelle clip qui sotto, pubblicate da Collider (ma che trovate anche sul sito ufficiale del film), in lingua originale. D’altra parte il titolo (letteralmente in italiano “Il quarto tipo”) è già abbastanza eloquente riguardo alla trama del film. In ufologia, infatti i presunti incontri con gli alieni sono classificati in quattro diversi stadi o tipi, appunto: dal semplice avvistamento (primo tipo), si passa alla raccolta di prove (secondo), all’incontro vero e proprio (terzo) e si finisce con il rapimento (quarto tipo).

Milla Jovovich in una scena di The Fourth Kind

Ecco le clip:

© RIPRODUZIONE RISERVATA