I fratelli Hughes (Codice: Genesi, La vera storia di Jack lo squartatore), potrebbero dirigere il remake “dal vivo” dell’anime Akira, cult movie degli anni Ottanta firmato da Katsuhiro Otomo e basato sui manga dello stesso autore (leggi lo speciale In viaggio per cartoonia). Il progetto è stato più volte sul punto di partire, ma ha avuto una vita travagliata. Ora, però, pare che la Warner Bros. sia in trattative per l’adattamento della pellicola con la casa di produzione Appian Way di Leonardo Di Caprio; mentre Mark Fergus e Hawk Ostby, autori di Iron Man, avrebbero preso il posto dello sceneggiatore inizialmente designato, Gary Whitta (Codice: Genesi) sarebbero già al lavoro sullo script. Al momento si pensa di adattare tutti i sei libri del manga originale del 1982 di Otomo, anziché solo i primi due che hanno ispirato il film anime del 1988. Il progetto consisterebbe in due film di due ore, ciascuno basato su tre volumi del manga. Il soggetto dei manga come del primo film è alquanto complicato e sofisticato. L’ambientazione è quella di un futuro post-apocalittico… il 2020 nella città di Neo-Tokyo, immersa in un caos completo. Il protagonista è il leader di una gang di motociclisti che vuole salvare il suo compagno che è stato rapito allo scopo di essere sottoposto a un potente esperimento soprannaturale. Si attende comunque un annuncio ufficiale entro questa settimana mentre la produzione dovrebbe comunque iniziare entro il 2010.

© RIPRODUZIONE RISERVATA