Il prossimo film di Pedro Almodóvar sarà dedicato al poeta spagnolo Marcos Ana, pseudonimo di Fernando Macarro Castillo, che trascorse 23 anni in prigione sotto il regime franchista. El Deseo, la casa di produzione di Pedro e Augustin Almodóvar ha acquistato i diritti cinematografici di Decidme como es un arbo (Ditemi com’è un albero), il suo primo libro di poesie, con l’intenzione di portarlo sul grande schermo il prossimo anno. La pellicola racconterà una delle prime notti di libertà di Ana, oggi 87enne, trascorsa insieme a una prostituta. «Questa è la storia del primo amore di Marcos Ana e di una prostituta che non si fece pagare perché certe notti sono senza prezzo» ha detto Almodóvar. «Il libro contiene molte storie, di tipo diverso e di impianto cinematografico» ha continuato il fratello Augustin. «è il libro di un uomo giusto che crede nella riconciliazione». Prigioniero dal 1939 al 1961, anni in cui venne condannato a morte due volte e brutalmente torturato, Marcos Ana cominciò a scrivere nel ’54 poesie che i suoi compagni di carcere imparavano a memoria e diffondevano all’estero una volta liberi.
A maggio Almodóvar completerà le riprese di Los abrazos rotos, tratto da un romanzo di Thierry Jonquet, che definisce «una storia di amor fou girata nello stile noir americano». Non mancherà la sua musa Penélope Cruz, insieme a Blanca Portillo e Lluís Homar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA