In attesa dell’arrivo nelle sale de Il curioso caso di Benjamin Button , già in odore di Oscar, lo sceneggiatore Eric Roth ha anticipato il prossimo progetto del regista David Fincher che, dopo Seven e Zodiac , sembra intenzionato a raccontare la storia del primo serial killer documentato degli Stati Uniti. Accadrà in The Devil in the White House, tratto dal romanzo omonimo di Erik Larson, che, raccontando diverse storie collegate all’Esposizione Mondiale Colombiana del 1893, si focalizza ben presto sulla figura di H.H. Holmes, realmente esistito, ritenuto responsabile di una lunga scia di sangue nell’America di fine Ottocento. «Fincher è molto interessato al progetto» ha detto Roth. «Io sto pensando a una storia di ampio respiro, legata alla costruzione dei primi grattacieli e della città di Chicago, un po’ come è già accaduto con Zodiac , dove Fincher mostrava sullo sfondo l’edificazione del Transamerica Pyramid nella San Francisco del 1972». Concluso il montaggio de Il curioso caso di Benjamin Button , il regista, tanto per non smentirsi, è coinvolto nella pre-produzione di Torso, tratto dalla graphic novel di Brian Michael Bendis, che nella Cleveland degli anni Trenta ricostruisce la vera storia del serial killer noto come “Torso murderer”, su cui indagò senza successo anche il mitico Eliot Ness, l’uomo che incastrò Al Capone.

Da.Mo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA