Il Presidente dell’Anica, Paolo Ferrari, ha espresso la soddisfazione dell’industria cinematografica per gli importanti riconoscimenti ottenuti al Festival di Cannes dai due film italiani in concorso: «La rinascita del cinema italiano trova conferma e slancio nell’affermazione di due film che hanno colpito ed emozionato la platea del Festival. Sono contento anche per il successo di pubblico che il film di Garrone sta riscuotendo nelle sale e auguro alla pellicola di Sorrentino di fare altrettanto». «Il successo dei film italiani a Cannes», ha dichiarato il presidente dei produttori, Riccardo Tozzi, «corona la fase di rinascita del nostro cinema in corso da alcuni anni. La quota di mercato del cinema italiano cresce costantemente ed è oggi vicina al 35%, tra le più alte del mondo. Commedie popolari e film d’autore, cinema di ricerca e cinema d’intrattenimento formano un’offerta completa, da parte di quella che finalmente possiamo definire un’industria. L’affermazione dei bei film di Garrone e Sorrentino, che viene dopo isolati successi esteri di altri nostri film, ci aiuta  a riaffermare definitivamente la nostra immagine anche sul mercato internazionale. Dopo un decennio di impegno di autori produttori e distributori», ha aggiunto Tozzi, «possiamo dire che il cinema italiano è tornato ed è una risorsa preziosa per il Paese».

An.Au.

© RIPRODUZIONE RISERVATA