Sappiamo tutti come funziona il processo dei Marvel Studios: vengono girate scene in differenti modi e solo al momento del montaggio si sceglie quella definitiva, delle volte si tratta di piccoli cambiamenti, in altre occasioni il senso del film verrebbe completamente modificato.

[Attenzione Spoiler]

La stessa cosa è avvenuta per il recente Ant-Man. Durante il press tour per la promozione del film, il regista Peyton Reed ha rivelato a CinemaBlend che il personaggio di Mitchell Carson, interpretato da Martin Donovan, avrebbe dovuto fare una fine diversa: «Alla fine del film [Carson] si allontana con le particelle della Cross, e c’era una sequenza che lo vedeva incontrarsi con Ant-Man. Poi per alcune ragioni, ci è sembrato che fosse meglio lasciare le particelle lì fuori. Nell’originale, usciva con Martin Donovan e si appropriava delle particelle».

Nel film scopriamo che Carson, dopo averlo conosciuto come agente dello S.H.I.E.L.D. che lavorava con Hank Pym e Howard Stark, era in realtà sotto copertura per l’Hydra. Per questa ragione Reed voleva cambiare le carte in tavole facendogli consegnare la tecnologia a Scott Lang. Questo cambiamento ci fa pensare ad una possibile implicazione delle particelle nel prossimo Captain America: Civil War oppure in Avengers: Infinity War.

Voi cosa ne pensate?

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA