Arcipelago, la manifestazione diventata un punto di riferimento del cinema indipendente che dal 13 al 19 giugno ha trasformato il Cinema Intrastevere di Roma nella “Repubblica del cortometraggio”, ha decretato ieri i vincitori delle varie categorie. Il premio come miglior documentario nella sezione Extralarge va a Non Tacere di Fabio Grimaldi, sulla vita di Don Roberto Sardelli, un dimenticato “Don Milani” della periferia romana che fondò nel 1968 una scuola tra i baraccati dell’acquedotto Felice. Clandestinas di Silvia Chiogna si guadagna il Premio Miglior Cortometraggio di ConCorto, dedicato alla produzione nazionale, mentre dalla Francia arriva il vincitore della sezione internazionale The Short Planet, Tony Zoreil di Valentin Potier. Per il Concorso Italiano si aggiudica il Premio della Giuria Il Torneo di Michele Alhaique, reduce dall’ultimo Tribeca Film Festival; lo svedese Don Robertos Skugga di Håkan Engström e Juan Diego Spoerer, invece, quello per il Concorso Internazionale. Miglior cortometraggio europeo è stato giudicato lo slovacco Styri di Ivana Sebestova e, infine, Dov’è la giraffa di Veronica Flora vince il concorso regionale VideoRome. 187 sono state le pellicole presentate nel corso di quest’ultima edizione di Arcipelago: visitate il sito www.arcipelagofilmfestival.org per l’elenco completo dei film premiati.

Iv.Ro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA