La V edizione dell’Asian Film Festival, in corso a Roma dal 7 al 14 ottobre presso Villa Medici e il Film Studio, propone per domani, mercoledì 10 ottobre l’anteprima italiana di Boarding Gate di Olivier Assayas. Per l’occasione sarà presente Asia Argento, protagonista del film, che introdurrà la pellicola per il pubblico. La proiezione – in versione originale con sottotitoli – è prevista alle ore 21.00 di mercoledì 10 ottobre, con repliche nei giorni successivi. Giovedì 11 ottobre alle ore 12.00 l’attrice incontrerà il pubblico e la stampa per rispondere alle domande sul film di Assayas e sul proprio lavoro. «Mercoledì sera resterò a vedere Boarding Gate con il pubblico del festival», ha annunciato Asia, che si augura di trovare in sala, oltre agli italiani, anche francesi e asiatici. «Sarà piacevole rivedere il film dopo la proiezione ufficiale al festival di Cannes lo scorso maggio». Boarding Gate, scritto e diretto dall’erede della Nouvelle Vague francese Olivier Assayas e acquisito al listino di DNC Entertainment, è stato difatti presentato in anteprima mondiale nella sezione Midnight Screenings fuori concorso all’ultimo festival di Cannes. Nel thriller, girato tra Parigi, Hong Kong e Cina, e firmato da Assayas con la vena futuribile inaugurata in Demonlover, la ex-prostituta Sandra, l'(anti-)eroina interpretata da Asia Argento, si troverà a tirare le fila dell’inquietante mix di malavita, sesso e disperazione che la lega ai due uomini della sua vita. Cercando di porre fine al tumultuoso rapporto con Miles Renberg, fugge da Parigi ad Honk Kong, dove ha appuntamento con Lester Wang, il suo amante. Insieme hanno come obiettivo di aprire un club a Pechino e ricominciare lì una nuova vita. Arrivata lì però non troverà l’uomo e diventerà l’obiettivo di una caccia spietata organizzatagli da Sue, la compagna di Lester. L’appuntamento è alla sala Michel Piccoli dell’Accademia di Francia, che conta circa 180 posti e cui si accede con normale biglietto d’ingresso (costo: €5; ridotto: €3).

© RIPRODUZIONE RISERVATA