Corre a perdifiato e salta con invidiabile abilità tra tetti e palazzi. Ha un fisico atletico, gli occhi a mandorla e uno spirito combattivo. Lei è Faith, eroina virtuale protagonista del nuovo videogioco action-adventure Mirror’s Edge e la sua voce è presa in prestito da Asia Argento. Presente oggi in occasione del lancio organizzato da Electronic Arts sulla Terrazza Martini (location scelta ad hoc per la sua posizione sopraelevata) l’attrice, da due mesi mamma di Nicola Giovanni (suo secondogenito dopo Anna Lou di sette anni), ha spiegato alla platea di giornalisti e al suo intervistatore d’eccezione Nicola Savino le sue affinità con l’eroina: «Non è la solita oca giuliva, mi assomiglia perché si ribella e non accetta compromessi». Nel gioco, ambientato in una metropoli futuribile e “Orwelliana” dove si è imposto un vero e proprio stato di polizia che tiene in pugno ogni forma di comunicazione, Faith (nome a dire poco evocativo) fa parte del gruppo di disobbedienti che eludono il controllo, scambiandosi messaggi correndo sui tetti della città, lontani dall’occhio del potere. Seguendo il trend sempre più diffuso nel mondo videoludico, anche questo gioco ha una forte carica cinematografica e vedrà i giocatori alle prese con la missione di Faith impegnata a  scagionare sua sorella, ingiustamente accusata per un crimine non commesso. Creato dalla penna di Rhianna Pratchett (figlia del famoso autore della saga fantasy-umoristica Il Mondo Disco, Terry Pratchett) il gioco si presta, di rimando, a una trasposizione cinematografica per la quale Asia si è detta molto interessata anche se con una riserva: «Se Mirror’Edge dovesse essere trasformato in un film mi piacerebbe molto potere portare Faith sul grande schermo anche se, sì io sono sportiva, ma non atletica come lei…». Combinazione vuole che proprio qualche settimana fa un altro gioco Electronic Arts, il survival horror Dead Space, ha visto il padre dell’attrice Dario Argento al suo debutto da doppiatore. Per Asia invece questo non è stata una prima volta: «Da piccola ho doppiato dei telefilm terribili…  Con il doppiaggio di Faith però ho davvero scoperto un altro mondo».  Mentre lei si gode la maternità e preannuncia un ritorno sul set tra qualche mese, il suo alter ego virtuale si prepara (nelle previsioni di Electronic Arts) a divenire nuova icona del mondo del digital entertainment. In barba a tutte le bambolone sexy in stile Lara Croft…

Al.Za.

© RIPRODUZIONE RISERVATA