60 anni portati divinamente. E d’altra parte c’era da aspettarselo da una femminista convinta (che ha combattutto diverse battaglie a Hollywood per riuscire a dare più spessore ai ruoli femminili) nonché colei che pubblico e critica riconoscono come la Signora del cinema. Molti ruoli interpretati, 2 Oscar vinti, altri 73 premi conquistati, oltre a 82 nomination (di cui 15 agli Oscar). Nonostante i suoi 60 anni, Meryl Streep è una donna ancora capace di regalare emozioni, sul set e fuori dal set, con il suo talento naturale e quella smania di perfezione che ne hanno consacrato il successo. Proprio per il suo manierismo e la sua puntigliosa ricerca della perfezione, da molti viene definita come un Robert De Niro in gonnella.
Meryl, con il naso lungo e i lineamenti decisi, non è certo la classica bellezza cinematografica. Ma proprio per questa sua fisionomia un po’ imperfetta è invece perfetta per interpretare qualsiasi ruolo in maniera credibile, distinguendosi sempre per la sua versatilità fuori dal comune. Come scordare la sua interpretazione in Kramer contro Kramer (prima foto) o in La scelta di Sophie (seconda foto), i film per i quali si è aggiudicata i due Oscar? Curiosamente in entrambi i casi la Streep interpretava una madre, ma se nel primo si raccontava la storia intima di un doloroso divorzio – con un eccezionale Dustin Hoffman anche lui vincitore dell’Oscar – con il relativo coinvolgimento del figlio della coppia, nel secondo si narrava la vicenda di una madre che sceglie di salvare la propria vita e quella del figlio, condannando la figlia a morire in un campo di concentramento. Impossibile dimenticare anche le sue interpretazioni più recenti, dalla Miranda Priestly de Il diavolo veste Prada (terza foto), alla mamma tuttofare di Mamma Mia! (quarta foto), fino alla suora de Il dubbio.
Oltre alla sua particolare estetica ciò che rende grandiosa Meryl Streep è proprio il suo talento innato per la recitazione, evidente sin da quando, giovanissima, calcava il palcoscenico del Public Theatre interpretando opere di Shakespeare, Ibsen, Shaw e Pirandello. L’amore della Streep per il cinema è nato qualche tempo dopo, ed è stato un susseguirsi di soddisfazioni e praticamente nessun passo falso. Una carriera lunga, brillante, anche se molto equilibrata e senza esagerazioni. Proprio come la sua vita privata, dove è stata fidanzata con l’attore John Cazale, coprotagonista de Il cacciatore, fino alla sua morte, avvenuta nel marzo del 1978. Dal settembre dello stesso anno è sposata con lo scultore Don Gummer, dal quale ha avuto quattro figli: Henry (nato nel 1979), Mamie (1983), Grace (1986) e Louisa (1991).
Auguri, Meryl!

Meryl Streep e Dustin Hoffman in Kramer contro Kramer (1979)

Meryl Streep ne La scelta di Sophie (1982)

Meryl Streep ne Il diavolo veste Prada al fianco di Anne Hataway (2006)

Meryl Streep in Mamma Mia! (2008)

© RIPRODUZIONE RISERVATA