Se c’è qualcuno che conosce gli Avengers, questo è Joss Whedon. Il regista dei primi due capitoli della saga sui Vendicatori ha le idee chiare su che tipo di direzione dare alla saga. La Marvel su di lui non ha mai avuto dubbi, lasciandogli fin dall’inizio carta bianca. E quando un regista ha a disposizione un buon livello di autonomia d’azione, può dare il meglio di sé. Questo è un periodo di grandi annunci per la casa delle idee, con la Fase 3 svelata nei suoi titoli e date di uscita (qui la nostra guida ai film). Il terzo Avengers sarà diviso – come già era stato detto – in due parti, e ruoterà intorno all’Infinity War, che vedrà Thanos indossare il Guanto dell’infinito (cosa che non porterà buone notizie per nessuno).

Il presente (o immediato futuro), comunque, si chiama Age of Ultron, e del film Whedon ha parlato durante l’ultima puntata di The Watcher, webserie Marvel: «Abbiamo girato tra le Alpi italiane, in Seoul, in Corea. Siamo stati a Johannesburg e anche in Bangladesh, per una piccola scena. Poi abbiamo terminato in Inghilterra. L’idea era quela di globalizzare il più possibile i vendicatori, giocando sulla percezione che il mondo ha di loro. Non tutti li amano, e volevamo esplorare il più possibile le due facce della medaglia».

Probabile, quindi, che nel sequel avremo un’idea più ampia di come il mondo ha accolto la squadra di supereroi: già alla fine del primo capitolo l’opinione pubblica era spaccata a metà. Ma dividere è il destino di ogni supereroe. E poi la Civil War è prossima.

Avengers: Age of Ultron uscirà in Italia il 22 aprile 2015. Sotto, il video dell’intervista a Whedon:

Guarda l’infografica di tuti i cinecomic in arrivo nei prossimo anni

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA