Deadpool Avengers: Endgame

Da parecchio tempo ormai sappiamo che i Marvel Studios si stanno preparando ad introdurre nel MCU molti dei personaggi Fox finiti in mano alla Disney, come ad esempio i Fantastici Quattro, che saranno protagonisti di un film diretto da Jon Watts, e gli X-Men, la cui esistenza potrebbe essere stata anticipata dagli eventi di WandaVision. Ma strettamente collegato ai mutanti è anche il debutto di Deadpool, che come annunciato da Kevin Feige tornerà sul grande schermo con un terzo standalone scritto dalle sorelle Molyneux e pronto a far proseguire le folli avventure del Mercenario Chiacchierone di Ryan Reynolds. Tuttavia, un utente di Reddit ha fatto notare un interessante dettaglio di Avengers: Endgame per cui, effettivamente, il suo ingresso nel MCU potrebbe creare dei grossi conflitti narrativi con le precedenti avventure apparse sul grande schermo: la concezione diametralmente opposta dei viaggi nel tempo mostrata nei due franchise. 

Sebbene questo concetto abbia fatto capolino sia in Avengers: Endgame che in Deadpool 2, sembra funzionare non solo in maniera completamente differente nei due Universi, ma addirittura opposta. Mentre nel cinecomic dei fratelli Russo ci viene detto che modificando il passato non si hanno conseguenze sul presente, ma piuttosto si crea una nuova realtà in cui le cose vanno diversamente, per Wade Wilson avviene proprio l’esatto contrario: quando gli eventi del passato vengono alterati, ne vediamo gli effetti sull’orsetto di peluche che Cable tiene con sé. 

Dunque si tratta di due mondi che non potrebbero coesistere per via delle loro differenti impostazioni di base e delle leggi fisiche che li regolano. E considerando che i Marvel Studios, al contrario, stanno cercando di costruire un Universo ampio ma coeso, dovranno trovare un modo per introdurre Deadpool senza contravvenire alle loro stesse regole. Avete delle idee?


Il Mercenario chiacchierone, ricordiamo, è apparso per la prima volta sul grande schermo nel film X-Men le origini – Wolverine, dove era sempre interpretato da Ryan Reynolds, sebbene il suo aspetto fosse totalmente differente rispetto a quello attuale. L’antieroe è poi tornato nel 2016 come protagonista dello standalone diretto da Tim Miller, dove è stato affiancato da Ed Skrein nei panni di Francis Freeman / Ajax, Morena Baccarin in quelli di Vanessa Carlysle, Andre Tricoteux come Peter Rasputin / Colosso, Brianna Hildebrand nelle vesti di Ellie Phimister / Testata Mutante Negasonica, T. J. Miller nel ruolo di Jack Hammer III / Weasel, Gina Carano nei panni di Christina / Angel Dust e Leslie Uggams come Al.

Qui la sinossi:

Basato sul personaggio dei fumetti Marvel, Deadpool racconta le origini di Wade Wilson, ex membro delle Forze Speciali diventato mercenario. Dopo un esperimento non autorizzato che gli conferisce il potere di guarigione veloce, Wade adotta il suo alter ego Deadpool. Dotato di nuove capacità e di un macabro senso dell’umorismo, Deadpool inizia la caccia all’uomo che ha quasi distrutto la sua vita.

Fonte: CB

Foto: Disney/Marvel

© RIPRODUZIONE RISERVATA