Chi ha visto o semplicemente conosce gli eventi di Avengers: Infinity Warsaprà ormai molto bene quali motivazioni hanno spinto il villain Thanos a compiere il suo folle gesto finale. Guidato apparentemente da buoni propositi, infatti, il Titano padre di Gamora e Nebula ha sfruttato l’immenso potere del Guanto dell’Infinito per dimezzare la vita nell’Universo, spazzando via esattamente il 50% degli esseri viventi in modo completamente casuale, senza fare distinzioni tra ricchi, poveri o razze.

Questo perché le risorse disponibili, a lungo andare, non sarebbero bastate a consentire a tutti di condurre una vita dignitosa, costringendo molti popoli a soffrire la fame, vivere nella miseria e rischiare l’estinzione. Proprio quello che il Titano ha sperimentato nel suo stesso pianeta.

Quindi, secondo Thanos, il suo sarebbe stato un gesto compassionevole. Un modo come un altro di salvare l’Universo, sacrificando una parte della vita per far sì che la rimanente potesse vivere in maniera più agiata. Un’idea folle, considerando che con un potere come quello delle Gemme dell’Infinito, il villain avrebbe potuto semplicemente moltiplicare le risorse o i pianeti, riportando l’equilibrio e allo stesso tempo consentendo a tutti di rimanere in vita.

L’attore che lo interpreta, Josh Brolinaveva rivelato che Thanos non ha optato per questa seconda scelta perché, semplicemente, non gli è venuto in mente. Una risposta un po’ sbrigativa che non è riuscita affatto a convincere i fan, i quali hanno tentato di spiegare – a modo loro – come mai il villain abbia deciso di portare a termine un gesto così folle.

E la risposta è tanto semplice quanto agghiacciante: per dimostrare a tutti quelli che non avevano voluto dargli ascolto che, molto banalmente, non aveva torto. Quando propose proprio quello stesso piano per salvare Titano, infatti, Thanos venne ignorato e deriso, pur avendo effettivamente ragione riguardo ciò che sarebbe successo al pianeta se non si fosse trovato un modo per risolvere la carestia. La cosa lo ha talmente ferito nell’orgoglio che, semplicemente, anziché quello di “salvare l’Universo”, il suo scopo principale è diventato quello di dimostrare che aveva ragione e che l’obiettivo perseguito durante tutta la sua vita era giusto.

Moltiplicare le risorse avrebbe sicuramente salvato l’Universo, ma non avrebbe confermato che il piano di Thanos era l’unico possibile. Quindi alla fine di Avengers: Infinity War il villain ha scelto semplicemente la strada che gridava a tutti: “Ve l’avevo detto”.

Fonte: CB

© RIPRODUZIONE RISERVATA