In un inquietante futuro post-apocalittico l’umanità è stata sterminata e la Terra è in balia delle macchine. L’ultimo baluardo a difesa del nostro Pianeta sono le bambole di pezza. È l’originale trama di 9, il film d’animazione del giovane regista visionario Shane Acker, che con il suo corto omonimo del 2005 ha ammaliato Tim Burton. L’autore di Sweeney Todd – Il diabolico barbiere di Fleet Street (che è attualmente impegnato con la post-produzione di Alice in Wonderland), infatti, ha prodotto il lungometraggio insieme a Timur Bekmambetov (regista di Wanted). Il film (che verrà distribuito negli USA  – non certo a caso – il 9/9/2009) in Italia dovrebbe approdare entro la fine di quest’anno. Nella versione originale la voce della bambola di pezza protagonista 9 (che dà il nome al film) è quella di Frodo-Elija Wood. Nel cast anche Jennifer Connelly (Ultimatum alla Terra), e il dottor Parnassus Christopher Plummer (L’imaginarium del dottor Parnassus, l’ultimo film girato da Heath Ledger – e diretto da Terry Gilliam -, che verrà presentato venerdì fuori concorso al Festival di Cannes).
© RIPRODUZIONE RISERVATA