Dopo aver visto prendere vita sul grande schermo le storie nate dalla sua penna, Alessandro Baricco è passato dietro la macchina da presa. L’autore del celebre racconto Novecento. Un monologo (divenuto nelle mani di Giuseppe Tornatore il film La leggenda del pianista sull’oceano) e del bestseller Seta (da cui è stato tratto l’omonimo film, presentato alla Festa di Roma, con protagonisti Keira Knightley e Michael Pitt) ha infatti deciso di passare dietro la macchina da presa per dirigere Lezione 21, film musicale prodotto da Fandango e Rai Cinema, in cui un giovane studente (interpretato da Noah Taylor) rievoca la lezione più bella, la ventunesima appunto, del suo professore universitario Mondrian Kilroy (personaggio che Baricco ha preso in prestito dal suo stesso romanzo suo libro City e che è qui interpretatao da John Hurt), sul mistero della genesi della Nona Sinfonia di Beethoven. Il film, che ha nel cast anche Clive Russell e Leonor Watling, è stato girato in inglese e prevalentemente negli scenari naturali del Trentino (nella foto una grande nave è poggiata su un mare di ovatta che sembra neve), dove prima dell’inizio delle riprese Baricco aveva detto: «quando scrivo libri racconto un mondo che esiste sono nella mia testa e chi legge ha molta facilità ad entrarvi, nel cinema invece andare a ricostruire questo mondo è un gesto molto delicato e difficile proprio perché la storia vive tutta nella mia mente». Per scoprire se è riuscito nell’impresa dovremo attendere l’anno prossimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA