Grazie all’intervista rilasciata da Ben Affleck a Studio Ciné Live, abbiamo scoperto come il suo Batman si differenzierà da quello di Christopher Nolan. Ora, però, è il turno di Henry Cavill, co-protagonista insieme ad Affleck del crossover DC di Zack Snyder Batman v Superman: Dawn of Justice.

L’attore ha parlato del ruolo sociale che ha il suo Clark Kent e di come il suo personaggio si differenzia da quello di Christopher Reeve.

«Quando si pensa al personaggio di Christopher Reeve, viene subito alla mente un Superman goffo. Il mio Clark Kent invece sta cercando in tutti i modi di passare inosservato, e di certo se fai cadere qualsiasi cosa risulta difficile!» scherza l’attore. «Devo ammettere però, che il travestimento in questo non aiuta, sono soltanto un paio di occhiali. A Clark piace comunque pensare che nessuno lo veda come Superman. Come può un fiore così delicato essere un dio? È semplicemente assurdo!»

Per quanto riguarda il suo Superman, l’attore cerca di abbassare le aspettative dei fan: «Superman non è poi così diverso. Anche se ora dovrà vedersela con nuovi problemi, principalmente di cosa il mondo pensi di lui. Questo film si occuperà soprattutto di questo: di come il mondo, e Batman in particolare, vedono questo alieno. Si concentrerà meno sull’evoluzione di Superman».

Henry Cavill conclude l’ intervista con un piccolo aneddoto: «Normalmente gli attori si lamentano dei costumi da supereroe nel momento in cui devono andare in bagno. Nel mio caso, fortunatamente, sono state apportate delle piccole modifiche ed ora è tutto più pratico! Lo devo ammettere, la mia vita è notevolmente migliorata!»

Voi cosa ne pensate? Siete impazienti di vedere Cavill tornare nei panni di Superman?

Per farlo dovremo aspettare “solo” il prossimo 24 marzo!

Scopri tutti i film in arrivo nel 2016!

Fonte: CBM

© RIPRODUZIONE RISERVATA