E chi se l’aspettava?

Finora, come confermato dalla sinossi ufficiale, eravamo convinti che Batman v Superman: Dawn of Justice si sarebbe incentrato sul conflitto tra i due supereroi del titolo, con Lex Luthor (Jesse Eisenberg) a mettere zizzania. E invece… a quanto pare il villain del primo film non è davvero fuori gioco come credevamo.

Nel trailer, Zod (interpretato da Michael Shannon) pareva assai morto (congelato). Ma il fatto è che Luthor pare aver fatto degli esperimenti su di lui, tanto che adesso, al posto delle mani, il Generale… avrebbe delle pinne.

Non è uno scherzo, bensì una dichiarazione dello stesso Shannon a Vulture: «Indossavo il mio costume, ma non potevo muovere le dita perché nel film al posto delle mani ho delle pinne fatte di cera. Quindi in pratica non riuscivo ad aprire la porta, e intanto sentivo Zack (Snyder) urlare e chiedere di me, e tutta la crew che mi cercava. E io mi sono messo a bussare alla porta con le mie pinne!»

Dunque, o l’attore ci sta semplicemente gabbando tutti, oppure è tutto vero e sarebbe giustificato, nella storia, dagli esperimenti di Lex che lo avrebbero portato a realizzare una sorta di clone incompleto di Zod, ovvero appunto questo ibrido con le pinne (!).

E voi, che ne pensate?

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA