Benedict Cumberbatch è stato applauditissimo alla Mostra del Cinema di Venezia, solo qualche giorno fa, per la sua interpretazione in The Power of the Dog di Jane Campion, e alcuni lo danno anche tra i possibili candidati alla Coppa Volpi per il miglior attore (guarda QUI la sua foto sul red carpet). Intanto, però, non si è dimenticato del suo prossimo futuro da Doctor Strange, rivelando in un’intervista che esiste un punto di contatto ancora più stretto tra lo Stregone Supremo e Spider-Man.

Sappiamo già che Cumberbatch tornerà nei panni di Doctor Strange in Spider-Man: No Way Home, per aiutare l’Uomo Ragno a ripristinare la sua identità segreta, ma gli intrecci tra i due supereroi risalgono a molto prima, per la precisione ad Avengers: Infinity War. Ora, la loro empatia è destinata ad evolvere, anche per via di un certo background comune: entrambi vengono da New York, e secondo Cumberbatch condividono diversi aspetti del proprio passato.

«C’è una stretta relazione fra i due. In un certo senso sono entrambi “supereroi di quartiere” e hanno più di qualche esperienza alle spalle. Hanno una storia passata significativa. Potrebbe essere che Peter Parker verrà da me per chiedermi di aiutarlo a fare qualcosa… Ma non penso di poter dire altro, forse ho già detto troppo così! Potrebbe essere che io lo aiuti a compilare la sua dichiarazione dei redditi? Sì, farò questo», ha scherzato l’attore.

Il momento in cui sapremo come davvero i due interagiranno si avvicina: Spider-Man: No Way Home è in programma in sala il 17 dicembre 2021, Doctor Strange in the Multiverse of Madness uscirà invece il 25 marzo 2022. E forse in No Way Home ricomparirà Tobey Maguire, come potrebbe dimostrare un video diffuso dal set.

Fonte: THR

© RIPRODUZIONE RISERVATA