Il ministro per i Beni e le Attività Culturali Sandro Bondi ha accolto il progetto dell’Aiviter di realizzare un documentario sugli anni del terrorismo in Italia (1969-1980). Il progetto dell’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo e dell’Eversione contro l’Ordinamento Costituzionale dello Stato è stato affidato alla Direzione Generale per il Cinema. Il film, come spiega un documento «tratterà i fatti di terrorismo con particolare risalto alle vicende delle vittime e al significato del loro sacrificio. L’intento è di fare emergere una più giusta e meno sommessa definizione del ruolo e delle figure delle vittime, secondo quanto auspicato dal Presidente della Repubblica nel suo discorso del Giorno della memoria dello scorso 9 maggio». Bondi ha ringraziato l’Aiviter, la Direzione Generale per il Cinema, il vice direttore generale Rai Giancarlo Leone (che ha aderito al progetto e messo a disposizione le teche Rai), l’amministratore delegato di Rai Cinema Caterina D’Amico (che curerà la produzione e realizzerà un Dvd con contenuti extra da mandare nelle scuole medie inferiori e superiori e nelle Università), la regista Giovanna Gagliardo e il produttore esecutivo Mario Gianani. Il ministro auspica di presentare il documentario il 9 maggio in occasione della seconda Giornata della Memoria.

Bo.Sm.

© RIPRODUZIONE RISERVATA