Ha più di 70 anni, ma è ancora “la più bella del reame”. E per renderle omaggio Disney le dona una seconda giovinezza. Biancaneve e i sette nani approderà per la prima volta in Blu-ray Disc e Dvd il prossimo 2 dicembre, consacrando il primo lungometraggio d’animazione (1937) della storia del cinema all’avanguardia dell’home entertainment. Prima della nascita della principessa delle principesse, gli spettatori erano stati abituati a vedere i cartoon al cinema solo sotto forma di corti o serial, costituiti da episodi di non più di sette minuti. Dunque, cosa spinse Walt Disney a questa coraggiosa svolta? Quando Biancaneve prese forma nella sua testa, la trovata venne etichettata come una vera e propria pazzia. Chi avrebbe mai visto un cartone animato lungo quasi un’ora e mezza? Tutti quei colori avrebbero infastidito e creato problemi alla vista… E invece, la follia si tramutò in trionfo. Nel 1937, quando la pellicola, basata sulla famosa favola dei fratelli Grimm, debuttò nelle sale, migliaia di persone risero e piansero con una ragazza e sette buffi nanetti colorati, il mondo si strinse attorno alle vicende di una sequenza di disegni, come se fossero attori veri, persone in carne e ossa… Per la prima volta tra il pubblico e i cartoon si creava la stessa magica empatia, che fino a quel momento solo i live-action erano riusciti a innescare! Questo era quello a cui puntava quel genio di Walt Disney, quando «una sera del 1934 andò a cena in un ristorante con i suoi collaboratori e fece una pantomima di due ore per illustrare loro il suo progetto – ci racconta Brian Sibley, un eminente storico dell’animazione e della Disney, incontrato alla presentazione del Blu-ray del film -. Quano uscirono dal locale, nessuno aveva le idee chiare su come realizzare ciò che frullava nella mente del loro visionario presidente, ma il suo entusiasmo e la sua determinazione furono contagiosi e per tre anni tutti lavorarono senza sosta, praticamente 24 ore su 24 affinché questa idea prendesse forma. Biancaneve fu il sogno di un solo uomo, ma fu realizzato perché centinaia di persone lo fecero diventare realtà». La produzione impiegò, infatti, 32 animatori, 102 assistenti, 167 intercalatori, 20 scenografi, 25 artisti dell’acquerello per dipingere gli sfondi, 65 animatori per gli effetti e 158 tra pittrici e inchiostratrici. Furono realizzate 2 milioni di illustrazioni usando 1500 tonalità di colore.

«È difficile spiegarlo oggi, ma quando Biancaneve uscì, per gli spettatori fu uno shock: non avevano mai visto un lungometraggio d’animazione e non si aspettavano di provare tante emozioni. Uno dei motivi per cui Biancaneve lasciò il segno fu proprio la freschezza e l’immediatezza con cui trasmetteva determinate sensazioni al pubblico. Non è un caso che la matrigna risulta ancora oggi uno dei “cattivi” più riusciti della storia Disney. La strega è bellissima e terribile al tempo stesso. Le sue apparizioni hanno un livello tale di tensione drammatica che la pellicola non ha niente da invidiare ai “film dal vero”. D’altra parte tutti i personaggi della favola hanno grande spessore, a cominciare dai nani», ha aggiunto Sibley. Proprio i sette nani, infatti,sono diventati delle vere e proprie icone del mondo disneyano. Il più amato in assoluto, nel Bel Paese, è il “casualmente silenzioso” Cucciolo(l’eventualità di farlo apparire muto non era stata prevista, ma non trovando una voce adatta al personaggio si preferì toglierla completamente), che nel sondaggio lanciato recentemente sul sito italiano della Disney è risultato il nano preferito dal 78% degli utenti, nonché l’amico del cuore ideale per il 69%. In ogni suo film Disney cercò di sfruttare le innovazioni più avanzate. «E oggi sarebbe felicissimo di vedere la sua Biancaneve in Blu-ray, ossia la tecnologia più all’avanguardia del momento per l’home video», ha commentato Stephen Foulser, direttore generale della Disney per il settore Home Entertainment, che, durante l’evento di presentazione, ha illustrato anche alcuni dati che mostrano come il 2009 abbia segnato una ripresa nel settore rispetto all’anno precedente in Italia, che si trova all’anno della svolta per l’adozione del formato Blu-ray tra le famiglie, complice anche il calo dei prezzi dei lettori. Pertanto si tratta di un buon momento per Biancaneve e i sette nani, il cui approdo nel Bel Paese sarà accompagnato a Milano anche da due eventi collaterali. La Cineteca Italiana porrà Biancaneve al centro della seconda edizione di Piccolo Grande Cinema, la manifestazione dedicata ai bambini e alle famiglie, che il 22 novembre culminerà con la proiezione del cartoon allo Spazio Oberdan di Milano (alle 15). La principessa sarà anche al centro della mostra dei giovani artisti dell’Accademia di Brera, che dal 25 novembre al 5 dicembre esporranno le opere ispirate alla fiaba Disney presso l’Atelier Gluck Arte di Milano.

Per conoscere tutti i segreti del mondo Blu-ray, leggi il nostro speciale.

I dettagli sulle diverse versioni home video:

La versione Dvd del film

CONTENUTI SPECIALI VERSIONE DVD

DISCO 1
• Commento audio di Walt Disney
• Nuovo video musicale “Il mio amore un dì verrà” interpretato da Ariel

DISCO 2
• Gioco “La corsa spericolata di Cucciolo nella miniera”
• Disney attraverso i decenni
• Il ritorno di Biancaneve
• Quello cha ha dato inizio a tutto
• Video musicale di Tiffany Thornton
• Ehi-ho! Karaoke – Canta con noi
• Scene eliminate

CARATTERISTICHE TECNICHE NELLA VERSIONE DVD
Data di uscita: 2 dicembre 2009
Genere: Animazione
Durata del film: 80 minuti circa
Aspect ratio: 1.33:1
Formato: 4:3
Lingue Disco 1: in Dolby 5.1 Enhanced – Italiano, Inglese, Croato
Lingue Disco 2: in Dolby 2.0 – Italiano, Inglese, Francese, Olandese, Greco
Sottotitoli Disco 1: Italiano, Inglese, Inglese per non udenti, Croato, Sloveno
Sottotitoli Disco 2: Italiano, Francese, Olandese, Greco, Bulgaro, Rumeno, Croato, Sloveno
Prezzo: circa 19,99 euro

La versione Blu-ray del film

CONTENUTI SPECIALI VERSIONE BLU-RAY DISCTM

DISCO 1
• Commento audio di Walt Disney
• Musica & Altro:
• Nuovo video musicale “Il mio amore un dì verrà” interpretato da Ariel
• “One day my prince will come” di Tiffany Thornton
• Dietro le quinte Disney:
• Il ritorno di Biancaneve
• Scene eliminate
• Giochi & Attività:
• Specchio, specchio delle mie brame
• Cosa vedi?
• Il calderone dei diamanti

DISCO 2
• Gioco “La corsa spericolata di Cucciolo nella miniera”
• Dietro le quinte Disney:
• Gli Hyperion Studios
• Quello che ha dato inizio a tutto
• Ehi-ho! Karaoke – Canta con noi
• La Disney attraverso i decenni

CARATTERISTICHE TECNICHE NELLA VERSIONE BLU-RAY DISCTM
Data di uscita: 2 dicembre 2009
Genere: Animazione
Durata del film: 83 minuti circa
Aspect ratio: 1.33:1
Formato: 4:3
Lingue Film: in DTS 5.1 : Italiano, Spagnolo, Olandese
in Dolby Digital 5.1: Hindi, Spagnolo (Latino),
in DTS-HD MA 7.1: Inglese
Lingue Contenuti Speciali: in Dolby 2.0 – Italiano, Inglese, Francese, Olandese, Greco
Sottotitoli Disco 1: Italiano, Inglese, Inglese per non udenti, Croato, Sloveno
Sottotitoli Disco 2: Italiano, Francese, Olandese, Greco, Bulgaro, Rumeno, Croato, Sloveno
Prezzo: circa 29,99 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA