Bill Nighy, versatile attore britannico (che ci ha divertito in Love Actually con la sua spregiudicata interpretazione di un cantante in disgrazia in cerca di riscatto), sarà nel cast di Harry Potter e i doni della morte (parte I e parte II, la cui distribuzioje italiana è prevista per il 19 novembre 2010 e il 15 luglio 2011). L’artista, che ha combattuto Johnny Depp/ Jack Sparrow in Pirati dei Caraibi: Ai confini del mondo (nel ruolo del tentacolare Davy Jones), ha annunciato alla stampa la firma del contratto, senza specificare il ruolo che andrà a interpretare. Tuttavia, si inseguono già le voci che lo investono futuro Ministro della Magia! Pare, infatti, che lo stravagante Quentin di I Love radio Rock potrebbe vestire i panni di Rufus Scrimgeour, il coraggioso, ma ambiguo, capo del Dipartimento degli Auror, che sostituisce Cornelius Caramell. La sua acesa è parallela a quella di Lord Voldemort: egli infatti viene ingaggiato proprio per il suo pugno di ferro contro il potere oscuro di “Tu-sai-chi” e dei suoi seguaci. Tuttavia, il modo di procedere, tipicamente “politico”, di Scrimgeour non troverà l’approvazione di Harry (Daniel Radcliffe) e dei suoi amici, che osteggeranno il Ministero. Un dubbio, tuttavia, resta. Il nuovo ministro prende il potere nel sesto libro della saga di J.K. Rowling. Il regista David Yates, come riporta anche il sito Totalfim, avrebbe voluto Nighy per il ruolo di Scrimegeour già in Harry Potter e il principe mezzosangue. Tuttavia, il personaggio è stato tagliato dalla sceneggiatura, in un secondo momento. Il ministro, dunque, potrebbe comparire negli ultimi e potrebbe avere il volto di Nighy… Steremo a vedere…

© RIPRODUZIONE RISERVATA