Se ne parla ormai da anni e ora sembra  giunto davvero il momento. Ridley Scott ha annunciato ufficialmente che rimetterà le mani sul suo cult fantascientifico Blade Runner. Non è ancora chiaro se si tratterà di un vero e proprio remake, di un prequel o di un sequel, ma quel che è certo è che Scott lo seguirà sia in veste di regista che di produttore. Il compito è affidato alla Alcon Entertainment, una casa di produzione e finanziamento legata alla Warner Bros che produsse il film originale. Non si sa ancora se e in quale veste Harrison Ford, protagonista del film del 1982, prenderà parte al progetto.

Quella di ripescare dal cappello pezzi storici della sua carriera è diventata un’abitudine per Scott, che attualmente è impegnato con la produzione e la regia di Prometheus, nuova “costola” (doveva essere un pequel ma pare sarà qualcosa di completamente diverso) del suo Alien che sarà realizzato in 3D e arriverà in sala nel 2012 con un super cast composto da Charlize Theron, Michael Fassbender, Noomi Rapace, Patrick Wilson, Idris Elba e Guy Pearce.

Ispirato al romanzo di Philip K. Dick Il Cacciatore di Androidi Blade Runner è stato definito il più grande film di fantascienza di tutti i tempi da diverse autorevoli voci del settore, è stato selezionato per essere conservato nel’United States National Film Registry dalla Libreria del Congresso in quanto “culturalmente, storicamente o esteticamente significativo” nel 1993 e nel 2007 è stato nominato il secondo film più influente visivamente dalla Visual Effects Society.

I produttori del nuovo adattamento Steve Kosove e Johnson hanno espresso grande eccitazione per il progetto: «Siamo entusiasti che Ridley Scott lavori a questa storia e la porti verso una nuova, eccitante direzione. Siamo grandi fan del regista e dell’originale Blade Runner. E’ un progetto che capita una volta nella vita per noi».

Voi cosa ne pensate? E’ solo una sacrilega trovata commerciale o un modo per ridare vita a un grande film con le tecnologie di oggi e magari con l’uso del 3D?

Il trailer originale di Blade Runner (1982)

© RIPRODUZIONE RISERVATA