Magic Mike, Ruby Sparks, No, Wrong, Bachelorette, Quelques Heures de Printemps. Sono solo alcune delle diciassette anteprime internazionali che incanteranno il pubblico in Piazza Grande alla 65esima edizione del Festival del film Locarno, il secondo più longevo al mondo dopo la Mostra di Venezia, presentata oggi – come da tradizione – al centro svizzero di Milano.
Con l’Italia, d’altra parte, si sa il festival ha da sempre un rapporto privilegiato. A partire dai suoi direttori artistici, nativi (il pioniere Vinicio Beretta o i “recenti” Marco Müller o Irene Bignardi) o comunque legati al Bel Paese, come quello attuale, Olivier Père, francese ma di nonna italiana e che ha definito la kermesse di quest’anno «meravigliosa», dopo quella «eccitante» del 2011.
19 saranno i film in gara nel Concorso internazionale (di cui tredici in prima mondiale) e ai quali spetta il compito principale di rendere giustizia a una così lusinghiera premessa. L’unico italiano in corsa sarà Padroni di casa di Edoardo Gabriellini, che annovera nel cast Elio Germano, Valerio Mastandrea, Valeria Bruni Tedeschi e Gianni Morandi. Un’opera seconda che ben si inserisce nel contesto di una manifestazione cinefila «che sin dai suoi albori è sempre stata attenta alle nuove correnti estetiche, ai flussi geografici e alla comparsa di giovani artisti» come sottolinea lo stesso Père. «Un luogo in cui esplorare e precorrere i tempi», anche grazie al concorso parallelo ad hoc Pardi di domani, riservato ai cortometraggi e impreziosito quest’anno dalla sezione Corti d’artista.
L’omaggio alla storia e ai maestri del passato della Settima Arte, d’altra parte, sarà ancora una volta fondamentale in questa edizione che omaggerà due artisti italiani come Dino Risi (grazie alla proiezione di alcuni corti inediti del regista, appena scoperti e restaurati), Ornella Muti e Renato Pozzetto. La retrospettiva di quest’anno sarà dedicata a Otto Preminger, mentre il Pardo d’onore sarà consegnato al regista francese Leos Carax.
I vincitori e altri titoli rappresentativi del festival verranno proiettati a Roma (30 agosto-2 settembre) e Milano (13-20 settembre) nell’ambito di due collaudate manifestazioni ad hoc: I grandi festival… Locarno a Roma e Le vie del cinema.

(Foto Getty Images)

© RIPRODUZIONE RISERVATA