E anche quest’anno, ecco arrivare la Black List di Hollywood, il consueto elenco delle migliori sceneggiature non ancora prodotte/acquistate secondo i maggiori executive dell’industria.

In cima alla classifica, Blond Ambition di Elyse Hollander, biopic sulla popstar più longeva della storia della musica, e stiamo chiaramente parlando di Madonna, di cui lo script racconta i primi passi nel mondo dello spettacolo, portandoci direttamente nella New York degli anni ’80.

Ora, sappiamo già che non è raro che una sceneggiatura che figura nella Black List trovi poi successivamente i finanziatori necessari (è successo, ad esempio, con due tra le opere più gettonate di questa stagione dei premi, Arrival e Manchester By The Sea), quindi, alta è la probabilità che il film sulla diva diventi ben presto una realtà. E d’altronde, con tutti i fan della cantante in giro per il mondo, il successo sarebbe praticamente garantito!

Tra gli altri titoli che figurano in lista, troviamo il dramma corale Life Itself di Dan Fogelman, The Olympian di Tony Tost (su uno sportivo intenzionato a partecipare a tutti i costi alle Olimpiadi) e The Post di Liz Hannah (sulla pubblicazione, da parte del Washington Post, dei Pentagon Papers).

Fonte: The Guardian

© RIPRODUZIONE RISERVATA