Con Italiano medio, Maccio Capatonda ha esordito nel contesto del lungometraggio, dopo una prima parte di carriera sviluppatasi all’interno di formati più ridotti. In questo senso, Mario, la serie andata in onda su Mtv, ne è la massima espressione, sintesi di tutto quanto elaborato dal comico e dalla sua crew dai tempi di Speciale cinema di Mai dire…

Una comicità in pillole, quella di Maccio, che dà il suo meglio in tempi di narrazione brevi. Nessuno lo sa meglio di lui e non può essere un caso che il suo nuovo progetto sia una webserie dal titolo Bob Torrent, realizzata per Infinity. La storia ruota intorno a un produttore cinematografico fallito, Bob, «cacciato da tutte le case di produzione del mondo», in cerca di riscatto. Per la sua rivincita, si inventa guru della pirateria, realizzando nei fatiscenti studios della Torrent Production film e serie tv di bassissima qualità, che spaccia per grandi capolavori di Hollywood o serie tv cult: un imbroglio colossale per gli utenti del web, che si trovano file torrent inesistenti o pieni zeppi di virus. Al suo fianco, un team di collaboratori imbranati e divertenti: l’assistente Licio Chiss Me (Herbert Ballerina), la stagista Assunta May, la segretaria Silvia Pelvica, il responsabile IT Giobbe e il magazziniere Pino detto Abete (Ivo Avido).

La serie andrà in onda dal 27 marzo su infinitytv.it (e dal 17 aprile sarà disponibile la prima stagione completa, sempre sul sito). Di seguito, il teaser trailer, girato con un piano sequenza che cita quello usato da Iñarritu in Birdman:

© RIPRODUZIONE RISERVATA