Smessi i panni kazaki di Borat, Sacha Baron Cohen indosserà quelli austriaci di Brüno, esuberante giornalista gay fanatico della moda destinato a lasciare il segno nella prossima stagione. Si tratta di uno dei personaggi da lui creati per il Da Ali G show, la serie televisiva satirica in cui il comico inglese interpretava tre finti giornalisti: il kazako Borat, l’aspirante gangster inglese MC, e Brüno, appunto. In questi panni Cohen intervistava persone ignare di trovarsi davanti a un comico, spingendole con l’inganno a dichiarare cose ridicole. Dopo aver inseguito Pamela Anderson su e giù per gli Usa in Borat: studio culturale sull’America a beneficio della gloriosa nazione del Kazakistan, ora Cohen è impegnato in una nuova missione esplicitata dal chilometrico titolo del film in lavorazione (che sarà distribuito da Universal nel 2009 ed è già tutto un programma): Delicious Journeys Through America for the Purpose of Making Heterosexual Males Visibly Uncomfortable in the Presence of a Gay Foreigner in a Mesh T-Shirt (ovvero: Viaggio delizioso attraverso l’America con l’obiettivo di mettere visibilmente a disagio i maschi eterosessuali in presenza di gay stranieri in t-shirt). L’irriverentissimo Cohen è già stato avvistato con un look bomba in luoghi non sospetti per realizzare gag esilaranti che avrebbero già fatto una vittima illustre: il Governatore della California Arnold Schwarzenegger, che si spera non abbia reagito in stile Commando

Da.Mo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA