Settembre non è stato un mese positivo per il box office italiano. I dati Cinetel rilevano infatti un calo del 23% sia in termini d’incasso (40,5 milioni incassati, oltre 12 milioni in meno rispetto al settembre dello scorso anno) che di presenze (6,2 milioni di biglietti venduti, 1,8 milioni in meno rispetto a settembre 2010). Numeri in ribasso quindi dopo il risultato soddisfacente dei tre mesi estivi (giugno luglio e agosto) che complessivamente avevano fatto registrare il segno più sia a livello di presenze (+12% rispetto allo stesso periodo del 2010) che d’incasso (+17%). I film di punta di settembre sono I Puffi 3D (Warner, 7,1 milioni) e Kung Fu Panda 2 (Universal, 6,1 milioni), terzo posto per Super 8 (Universal, 3,2 milioni).

Nel confronto anno su anno dall’1 gennaio al 30 settembre 2011 si sono venduti 70 milioni e 890mila biglietti, -5,87% rispetto ai primi nove mesi del 2010, e si sono incassati 458 milioni e 696 mila euro (-9,01%). La quota di mercato dei film italiani in termini di biglietti venduti passa dal 44% dei primi 6 mesi dell’anno al 36% dei primi 9 mesi, migliore comunque della quota registrata a settembre dell’anno scorso (25%). I film americani invece passano da una quota del 48% (primi 6 mesi dell’anno) a una quota del 50,66% (primi 9 mesi), ma con un calo rispetto ai primi 9 mesi del 2010 quando la quota era al 66%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA