The Twilight Saga: Breaking Dawn – Parte 1 dopo aver sbancato con oltre 200 milioni di dollari il botteghino americano, conferma il primo posto in quello italiano, con un incasso parziale (nel weekend) di più due milioni di euro e totale di 13. Il resto della classifica è stravolto dall’entrata nella top ten degli incassi del weekend di tutte e le cinque uscite di questa settimana. La prima new entry Anche se è amore non si vede, la commedia di e con Ficarra e Picone, è al secondo posto con poco più di 2 milioni di euro. Segue Real Steel con l’attore australiano Hugh Jackman al terzo posto con 998 mila euro. I pinguini di Happy Feet 2 esordiscono in quarta posizione con un incasso parziale di 922 mila euro.

Al suo debutto si attesta al quinto posto con 597 mila Tower Heist – Colpo ad alto livello l’action-comedy girata da Brett Ratner che vede fra gli interpreti Eddie Murphy, Ben Stiller e Alan Alda. Chiude alla posizione numero dieci l’ultima nuova entrata della settimana: Miracolo a Le Havre che nel suo primo weekend di programmazione incassa 273 mila euro.

Lasciano la classifica dei migliori incassi al botteghino italiano i seguenti titoli: I soliti idioti (10,5 milioni di euro in 4 settimane), La peggior settimana della mia vita (9,4 milioni di euro in 5 settimane), Il cuore grande delle ragazze (1,4 milioni di euro in 3 settimane), Lezioni di cioccolato 2 (1,3 milioni di euro in 4 settimane), One day (981 mila euro in 3 settimane).

La top ten italiana dal 25 al 27 novembre 2011 (in euro):

  1. The Twilight Saga: Breaking Dawn – Parte 1 (2,2 milioni; 13,3 milioni in 2 settimane)
  2. Anche se è amore non si vede (new entry; 2,1 milioni)
  3. Real Steel (new entry; 998 mila)
  4. Happy Feet 2 (new entry; 922 mila)
  5. Tower Heist – Colpo ad alto livello (new entry; 597 mila)
  6. Scialla! (482 mila; 1,5 milioni in 2 settimane)
  7. Il re leone 3D (354 mila; 3,6 milioni in 3 settimane)
  8. Anonymous (354 mila; 3,6 milioni in 3 settimane)
  9. Immortals 3D (304 mila; 3,8 milioni in 2 settimane)
  10. Miracolo a Le Havre (new entry; 273 mila)

(Fonte: Cinetel)

© RIPRODUZIONE RISERVATA