Non era difficile da immaginare. Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte I (leggi la nostra recensione) ha esordito in testa al box office americano (miglior debutto 2014 con 123 milioni di dollari) e italiano, dove ha incassato 4,2 milioni di euro, con una media per sala di 7.701 euro, la più alta della top ten. La saga con Jennifer Lawrence ormai ha fedeli in tutto il mondo, che anche in territorio nostrano non sono mancati all’appello. Numeri importanti, all’altezza delle aspettative per uno degli eventi cinematografici più attesi dell’anno. E le cifre acquistano ancora più peso se si considera che sono state raccolte in soli 4 giorni (circa un milione al giorno, quindi). L’anno scorso, La ragazza di fuoco al primo weekend di programmazione portò a casa 4,4 milioni di euro, ma con un giorno in più in cartellone. Un successo aumentato nel corso del tempo, quello di Hunger Games, che con il primo capitolo raccolse solo 3 milioni: una crescita esponenziale parallela all’aumento di popolarità dei suoi interpreti, Jennifer Lawrence su tutti, della saga letteraria e del filone young adult di cui cui il mondo di Panem è la rappresentazione più autorevole.

Secondo e terzo posto sono occupati da due commedie italiane, a dimostrazione del buon momento che il genere sta attraversando in quest’ultima parte di 2014: Scusate se esisto con Paola Cortellesi e Raoul Bova (1,5 milioni di euro in 4 giorni) e La scuola più bella del mondo (1,2 milioni di euro nel weekend e 4,3 milioni in due settimane). Interstellar – in calo del 50% – scende invece in quarta posizione (1,2 milioni di euro), con 8,3 milioni di euro portati a casa in 3 settimane di cartellone.

Da segnalare, inoltre, l’ottimo risultato delle anteprime del 22 e 23 novembre dei Pinguini di Madagascar, che uscirà in tutta Italia il 27 novembre: in due giorni, il film Dreamworks ha portato a casa più di 1 milione di euro.

Un weekend complessivamente proficuo, che ha portato nelle casse dei cinema italiani 13 milioni di euro totali, contro i 12,8 del 2013, quando in testa al box office c’era Thor: The Dark World.

Sotto, la top ten italiana completa dal 20 al 23 novmembre 2014:

  1. Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte I (4,2 milioni di euro; new entry)
  2. Scusate se esisto! (1,5 milioni di euro; new entry)
  3. La scuola più bella del mondo (1,2 milioni di euro; 4,3 milioni di euro in 2 settimane)
  4. Interstellar (1,2 milioni di euro; 8,3 milioni di euro in 3 settimane)
  5. I pinguini di Madagascar (1 milione di euro; new entry)
  6. Andiamo a quel paese (951 mila euro; 6,6 milioni di euro in 3 settimane)
  7. Il mio amico Nanuk (482 mila euro; 1,5 in 2 settimane)
  8. Due giorni, una notte (314 mila euro; 405 mila euro in 2 settimane)
  9. Clown (312 mila euro; 1,1 milioni di euro in 2 settimane)
  10. Il giovane favoloso (191 mila euro; 6,7 milioni di euro in 6 settimane)

Fonte: Cinetel

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA