Non importa quante polemiche, critiche, discussioni e dichiarazioni di morte del genere si porti dietro: Natale in Italia fa da sempre rima con cinepanettone, e il 2013 non si è scostato da questa regola. Nonostante i vari Hobbit e Frozen, infatti, il film più visto nel nostro Paese tra il 24 e il 26 dicembre è stato Colpi di fortuna, nuovo capitolo dell’epopea cinepanettonica di Neri Parenti, che questa volta dirige Christian De Sica, Luca e Paolo, Lillo & Greg, Francesco “Nongiovane” Mandelli – insomma la crème della comicità all’italiana. 1.53 milioni di euro l’incasso del film, con una media-sala di 2.950€ e un salto avanti rispetto agli 1.3 milioni di Colpi di fulmine, omologo datato 2012.

A seguire, in un Natale comunque caratterizzato da risultati positivi e migliori di quelli dell’anno scorso (807.000 spettatori contro i 755.000 dell’anno scorso, incassi totali intorno ai 5 milioni), c’è un’altra commedia all’italiana, Indovina chi viene a Natale? di Fausto Brizzi, che ha sfiorato il milione di incasso (953.000€ per lui). A un’incollatura c’è un altro grande protagonista dei Natali al cinema: Frozen, il nuovo cartone Disney, che si porta a casa 863.000€.

Gli inseguitori si alternano ancora tra i classici film natalizi italiani (Un fantastico via vai di Pieraccioni, con 765.000€) e il fantasy più atteso dell’anno, Lo Hobbit: La desolazione di Smaug, che con 585.000€ peggiora di gran lunga il risultato del capitolo precedente, che l’anno scorso aveva toccato i 941.000€. Vanno bene anche I sogni segreti di Walter Mitty (491.000€) e la Philomena di Judi Dench (236.000€), mentre delude Piovono polpette 2, che in un giorno ha raccolto appena 166.000€.

© RIPRODUZIONE RISERVATA