In un weekend dominato dal freddo, Frozen – Il regno di ghiaccio balza in testa al box office Usa, scalzando Hunger Games: La ragazza di fuoco, mentre l’unica new entry del fine settimana Out of the Furnace disattende le aspettative. Il film d’animazione Disney, con ben 31 milioni e 641mila dollari d’incasso nel week end (134 milioni e 278mila in totale), perde il 53% rispetto al week end scorso, ma batte la saga con protagonista Jennifer Lawrence, che nel fine settimana ha comunque portato a casa 27 milioni di dollari.

Frozen è il più grosso incasso di sempre per il week end post-Ringraziamento, record detenuto precedentemente da Toy Story con 27.8 milioni di dollari. Hunger Games invece, che ha dominato il periodo delle vacanze del Ringraziamento, nei soli tre giorni del week end appena passato (dal 6 all’8 dicembre) ha perso ben il 64% rispetto al week end scorso, che non rappresenta una buona tenuta paragonata ai risultati ottenuti dai due ultimi Twilight, che ottennero nello stesso periodo un risultato leggermente superiore. Lawrence & Co. non possono però lamentarsi. Con i 336 milioni e 665mila dollari guadagnati finora, si apprestano a tagliare un traguardo complessivo di oltre 400 milioni di dollari, che equivarrebbe a superare i 408 milioni del primo capitolo e a surclassare anche il risultato di Iron Man 3, candidandosi a diventare il maggior successo del 2013.

Out of the Furnace, thriller con protagonista Christian Bale, guadagna nel week end 5,3 milioni di dollari, che è un incasso inferiore di quello realizzato da un crime movie molto simile come Cogan, con protagonista Brad Pitt, film che nel suo primo week end aprì con 6,8 milioni di dollari nello stesso week end. Paragonato agli altri risultati del 2013 è perfettamente alla pari con Dead Man Down e inferiore alla delusione dello scorso week end Homefront (6,9 milioni di dollari). Storicamente, il primo week end di dicembre non ottiene mai risultati faraonici e questo potrebbe in parte spiegare l’insuccesso del film con Bale, che sicuramente otterrà migliori risultati con l’imminente uscita di American Hustle.

Al quarto posto della classifica si piazza infine Thor: The Dark World, che perde il 57% rispetto al week end scorso (4,7 milioni di dollari), totalizzando a oggi un bottino di 193,6 milioni di dollari e apprestandosi a superare i 200 milioni di dollari dopo Natale. La commedia Delivery Man, con Vince Vaughn, slitta al quinto posto, aggiungendo 3,8 milioni di dollari ai 24,8 accumulati sin qui.

La top ten americana completa dal 6 all’8 dicembre 2013:

  1. Frozen (31,6 milioni di dollari; 134,2 milioni di dollari in 3 settimane)
  2. Hunger Games: La ragazza di fuoco 27 milioni di dollari; 336,6 milioni di dollari in 3 settimane)
  3. Out of the Furnace (5,3 milioni di dollari; new entry)
  4. Thor: The Dark World (4,7 milioni di dollari; 193,6 milioni di dollari in 5 settimane)
  5. Delivery Man (3,7 milioni di dollari; 24,7 milioni di dollari in 3 settimane)
  6. Homefront (3,3 milioni di dollari; 15,2 milioni di dollari in 2 settimane)
  7. Storia di una ladra di libri (2,7 milioni di dollari; 12 milioni in 5 settimane)
  8. The Best Man Holiday (2,6 milioni di dollari; 67,2 milioni di dollari in 4 settimane)
  9. Philomena (2,2 milioni di dollari; 8,2 milioni di dollari in 3 settimane)
  10. Dallas Buyers Club (1,4 milioni di dollari; 12,4 milioni di dollari in 6 settimane)

Fonteboxofficemojo.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA